FAQ

Le risposte alle domande più frequenti.

Contattaci per ulteriori informazioni o richieste.

Che cos’è l’ultravioletto?

Ultravioletto è il nome dato alle radiazioni elettromagnetiche di lunghezza d’onda tra i 100 e 400 nm collocate tra lo spettro visibile e le radiazioni X

Sono visibili i raggi ultravioletti?

No, sono invisibili e vengono comunemente classificati secondo tre bande convenzionali:

  • radiazioni UV-A (onde lunghe) da 315 a 400 nm
  • radiazioni UV-B (onde medie) da 280 a 315 nm
  • radiazioni UV-C (onde corte) da 100 a 280 nm

Sono nocivi i raggi ultravioletti?

Le radiazioni del gruppo UV-B e UV-C possono dare luogo ad eritemi (arrossamento della pelle) ed a congiuntivite (infiammazione dell’occhio) ma solo nei casi di forte esposizione e senza le necessarie protezioni della pelle e degli occhi. Abiti di cotone, visiere, cappucci, occhiali in vetro e guanti sono indispensabili in caso di RADIAZIONE DIRETTA e nei casi di RADIAZIONE INDIRETTA forte e prolungata.

I raggi ultravioletti sono un sistema approvato per la potabilizzazione dell’acqua e la sterilizzazione dell’aria, delle superfici e dei prodotti?

Si, è un sistema che si basa su fondamenti scientifici. E’ utilizzato in tutto il mondo.

Come sono costruite le lampade germicide della a.d.p. Idrosteril?

In vetro di quarzo trasparente alle radiazioni di 254 nm ma fortemente opaco nei riguardi delle radiazioni inferiori ai 200 nm così da contenere la formazione di ozono sotto i normali valori riscontrati nell’atmosfera

Se la lampada germicida è accesa, sterilizza l’aria e l’acqua?

SI, purché non si superino le 8000 ore di esercizio. Superate queste la lampada si accende ma non è più in grado di emettere i raggi germicidi necessari per uccidere i micro-organismi.

la luce UV-C è un metodo ecologico di potabilizzazione dell’acqua e sterilizzazione dell’aria?

Si, è un sistema fisico e non chimico.

Quali trattamenti si possono fare con le lampade UV-C nei riguardi dei micro-organismi?

  • disinfezione dell’aria
  • disinfezione delle superfici
  • disinfezione dei liquidi

Cosa sono i micro-organismi?

I micro-organismi rappresentano la forma di vita più semplice. Le loro piccolissime dimensioni, il loro modo di moltiplicarsi, l’attività e la flessibilità del loro metabolismo li distinguono dagli altri esseri viventi del regno animale e vegetale. I micro-organismi comprendono i batteri, i protozoi, le muffe, i fermenti ed i virus.

Altre domande

A QUALE LUNGHEZZA D’ONDA LE RADIAZIONI DEL GRUPPO UV-C HANNO UN FORTE EFFETTO GERMICIDA?

La massima efficacia si ha in corrispondenza della lunghezza d’onda di 254 nm

COME SI GENERANO LE RADIAZIONI UV A CORTA LUNGHEZZA D’ONDA?

La più efficace sorgente artificiale di radiazioni UV-C è costituita dalle lampade a scarica di vapore di mercurio a bassa pressione. Le sorgenti ad alta pressione sono, sotto questo aspetto, 5 volte meno efficaci.

COME RIESCONO I RAGGI UV-C A DISTRUGGERE I MICRO-ORGANISMI?

I nuclei delle cellule, opportunamente irradiati con U.V.-C, subiscono un’azione fotolitica che ne arresta il processo di divisione e moltiplicazione.

CHE DIFFERENZA HANNO LE LAMPADE UV-C DALLE LAMPADE FLUORESCENTI?

Innanzitutto il materiale utilizzato che è vetro di quarzo (unico materiale perfettamente permeabile ai raggi U.V.-C.). Segue l’alimentatore che è studiato appositamente per l’uscita di corrente della lampada di 425 mA. E per finire la lampada fluorescente emette luce visibile dall’occhio umano che infatti riesce a riscontrare la fine della vita della lampada mentre quella germicida non è visibile all’occhio umano e solo un contaore o un sistema domotico può constatare la fine della vita germicida della lampada U.V.-C

COME SI PUO’ CONTROLLARE LA VITA GERMCIDA DELLA LAMPADA UV-C?

Utilizzando un contaore (meccanico o elettronico) oppure un sistema domotico che avverte l’esaurimento germicida

I RAGGI ULTRAVIOLETTI SONO UN SISTEMA APPROVATO PER LA POTABILIZZAZIONE E STERILIZZAZIONE?

Si, è un sistema che si basa su fondamenti scientifici. E’ utilizzato in tutto il mondo.

COME SI DISINFETTA L’ARIA CON LE LAMPADE UV-C?

E’ una delle principali applicazioni delle lampade germicide per la vastità delle aree interessate e per gli eccellenti risultati che si possono ottenere:

– con lampade UV-C installate a soffitto con emissione verso il basso

– con lampade UV-C installate a parete con emissione verso l’alto

– con lampade UV-C installate a parete con emissione verso il basso per il trattamento dei pavimenti

– con lampade UV-C installate direttamente nei condotti d’aria

PERCHE’ TRATTARE L’ARIA DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO CON LAMPADE GERMCIDE ?

L’uomo può contrarre l’infezione da legionella attraverso aerosol, cioè quando inala acqua in piccole goccioline (1-5 micron) contaminata da una sufficiente quantità di batteri; quando questa entra a contatto con i polmoni di soggetti a rischio, insorge l’infezione polmonare. Finora non è stata dimostrata la trasmissione interumana diretta. L’infezione da legionella può dare luogo a due distinti quadri clinici: la febbre di Pontiac e la legionellosi.
La febbre di Pontiac ha un periodo di incubazione di 24-48 ore e si risolve in 2-5 giorni. È accompagnata da malessere generale e cefalee seguiti da febbre. La legionellosi ha un periodo di incubazione medio di 5-6 giorni ed è molto più grave: oltre a malessere, cefalee e tosse, possono essere presenti sintomi gastrointestinali, neurologici e cardiaci e complicanze varie; nei casi più gravi può addirittura essere letale.
Una polmonite da legionella non si distingue da altre forme atipiche o batteriche di polmonite, ma è riconoscibile dalle modalità di coinvolgimento degli organi extrapolmonari. Ecco perché per combattere la proliferazione della legionella è necessario dare la giusta importanza alla prevenzione da effettuarsi in sede di progettazione e durante una gestione/manutenzione molto accurata.

PERCHE’ TRATTARE L’ARIA DEI LOCALI AFFOLLATI DI PERSONE?

Perché gli uffici (pubblici e privati), i locali di ritrovo (bar, ristoranti, hotel, discoteche, cinema, centri commerciali, scuole), ambulatori (sale d’attesa, studi dentistici), aule scolastiche, sono tutti locali circoscritti, condivisi da molte persone durante le ore operative, all’interno dei quali si possono creare le condizioni ideali per il diffondersi di epidemie influenzali o di batteri che possono causare infezioni (Legionella pneumophila, Staphylococcus aureus, ecc.).
In questo caso è importante trattare l’aria per mezzo di apparecchi sicuri per le persone presenti, ma efficaci dal punto di vista dell’eliminazione dei microbi aerotrasportati. Inutile sottolineare che oltre alle problematiche legate alla salute, anche alcune perdite economiche sono legate alla qualità degli ambienti di lavoro ed ai costi di manutenzione superiori di molti metodi di pulizia o trattamenti diversi dagli UV-C.
Inoltre, in qualsiasi ambiente dove è presente l’aria condizionata è importante agire all’interno delle canalizzazioni, anch’esse possibili veicoli di micro-organismi pericolosi per l’uomo (Legionella pneumophila).

SI POSSONO APPLICARE I RAGGI UV-C NELLA RISTORAZIONE?

Si, come per il settore della produzione alimentare, anche le cucine e le zone di preparazione e confezionamento dei cibi sono soggette ad inquinamento batteriologico ed è quindi necessario ridurre gli odori e le emissioni di fumi in atmosfera; per queste problematiche lampade UV-C speciali inserite all’interno delle cappe di aspirazione industriale, aiutano nella prevenzione degli incendi e rendono possibile lavorare in sicurezza, senza cattivi odori, diminuendo notevolmente la necessità degli interventi di manutenzione e pulizia.

COME SI DISINFETTANO LE SUPERFICI CON I RAGGI UV-C?

Il trattamento battericida delle superfici richiede generalmente un’alta intensità di UV a corta lunghezza d’onda. Il successo di questo tipo di disinfezione dipende quindi dall’esperienza e professionalità del fornitore di apparecchi germicidi.

QUALI SONO LE POSSIBILI APPLICAZIONI?

Nelle birrerie, nell’imbottigliamento e chiusura, nei depositi tini e serbatoi, nella produzione del latte, nella produzione gelati e formaggi, nei locali di preparazione dei formaggi, durante la stagionatura dei formaggi e nelle cucine.
Anche nell’industria farmaceutica nonostante l’utilizzo di uno dei più validi dispositivi per la filtrazione dell’aria (HEPA = Hight Efficiency Particulate Air-filter) si adoperano i raggi UV-C per l’irradiazione diretta ma anche nella condotta d’aria condizionata o direttamente dove il prodotto è manipolato o dove i farmaci vengono immessi nelle fiale, ampolle o altri contenitori. Ovviamente gli armadi devono essere corredati di lampade germicide.
Lampade UV-C vengono consigliate per irradiare canili, baracche, recinti, stalle, pollai, ecc. Cani, gatti e molte specie di animali spesso sono soggetti a malattie degli organi respiratori, ecco quindi il giusto sistema economico e non chimico per proteggerli. Non bisogna però scordare di irraggiare anche i contenitori d’acqua e di mangime.
L’altra valida applicazione riguarda i laboratori dove gli impieghi sono così numerosi e diversificati che non si possono elencare tutti ad eccezione dell’applicazione più comune rappresentata dalla cabina sterile e dagli armadietti per la disinfezione degli strumenti.

SI PUO’ DISINFETTARE L’ACQUA CON I RAGGI UV-C?

Si, l’effetto battericida delle radiazioni UV-C è ottimo nei casi in cui l’acqua è sufficientemente trasparente. Esperimenti effettuati con radiazioni UV-C su acqua con inquinamento di circa 300 mila batteri per millilitro hanno prodotto acqua potabile, vale a dire con meno di 10 batteri per millilitro.
Nei casi in cui l’acqua diviene torbida la capacità di trasmissione delle radiazioni diminuisce con conseguente riduzione dell’effetto germicida ma solo la professionalità e l’esperienza del fornitore intervengono per dimensionare l’impianto ed arrivare ad una sicura potabilizzazione batteriologica.

SI POSSONO UTILIZZARE I RAGGI ULTRAVIOLETTI A CORTA LUNGHEZZA D’ONDA PER L’ACQUA DELLE PISCINE?

Si, ma come mezzo supplementare alla classica clorazione. La presenza di lampade germicide consente di diminuire la quantità di cloro con notevole vantaggio per l’ambiente e per i bagnanti allergici al cloro.
L’impiego dei raggi UV-C aiuta altresì a combattere la presenza di micro-organismi fototropici. Questi batteri contengono nelle loro cellule pigmenti fortemente colorati e appaiono nell’acqua come una densa sospensione a volte di colore violetto, rosso, salmone, marrone, olivastro o verde.

A.D.P. Idrosteril sterilizza ambienti, superfici, prodotti alimentari e non, e potabilizza acqua primaria e di processo con la tecnologia dei raggi ultravioletti.

Dal 1951